biellastoria e Viaggia e Scopri, cartella stampa di un successo

biellastoria su Eco di Biella
biellastoria su Eco di Biella

A solo più un giorno dalla partenza del nostro primo blog tour, perché se non ci credi è proprio così, è la prima volta che ci improvvisiamo organizzatori di eventi di questo genere, possiamo dirci pienamente soddisfatti del ‘rumore’ che la nostra opera ha suscitato nel biellese. Sei pronto a vivere una biellastoria?

biellastoria
biellastoria

Quello che per noi era partito in toni modesti si è rivelato un mezzo ancora più potente di quanto pensassimo.

Il progetto biellastoria è nato per essere un evento mediatico e interattivo in cui la popolazione locale, e non, avrebbe potuto interagire con i blogger fornendo giudizi, consigli e nozioni sul nostro territorio. Pensavamo che biellastoria avrebbe coinvolto una cerchia prettamente biellese di persone, per poi trovare eco successivamente per mezzo degli articoli, dei tweet e dei blog dei ragazzi ospiti in città. Invece, ancor prima di cominciare, #biellastoria è già divenuto un hashtag di tendenza.

biellastoria su La Stampa
biellastoria su La Stampa

# biellastoria

Ben due settimane prima di biellastoria, il quotidiano ‘La Stampa‘ ci presentava, nella sue edizione dell’Italia Nord Ovest a pagina 63, con un bel articolo che descrive Gian e Lele, autori e inventori di Sphimm’s Trip (ora Viaggia e Scopri), il nostro percorso formativo in ambito di blog e di blog tour e, infine, la nostra intenzione/sfida volta al territorio biellese, da sempre chiuso in un astratto isolamento, di urlare la propria presenza, mostrare la propria bellezza e aprirsi al mondo. Nel caso specifico il mondo del turismo.

biellastoria su il Biellese
biellastoria su il Biellese

In una realtà che vede la crisi far da padrona, costringendo grandi e piccole aziende alla chiusura, non è forse il caso di guardarsi attorno e cercare nel nostro territorio la ricchezza che potrebbe forse migliorarne le sorti?

Il turismo è da sempre il motore e la fonte di ricchezza che mantiene vive molte regioni del mondo che, diversamente, avrebbero poco da offrire. Perché non valorizzare, quindi, i tesori della nostra provincia nella speranza di avviare un flusso, forse minimo, di turismo che potrebbe diventare una nuova ricchezza per tutti noi?

Sto leggendo nella mente dei biellesi. Stanno pensando che qui non abbiamo il mare, le spiagge, le palme, o forse le vette granitiche delle Dolomiti, gli animali esotici dell’Africa, le culture misteriose e affascinanti dell’Estremo Oriente…

Beh, anche io un tempo la pensavo così, ma a Biella abbiamo Biella. Non siamo altrove e non ci accorgiamo che basterebbe pochissimo per valorizzare dei gioielli del territorio unici al mondo.

Il borgo del Ricetto di Candelo è annoverato tra i più belli d’Italia, a Sordevolo si tiene con cadenza regolare la Passione, rappresentazione teatrale di ridondanza internazionale, abbiamo la Valle Cervo con i suoi pittoreschi comuni, la Valle dell’Elvo con il suo passato legato ai cercatori d’oro, la collina morenica della Serra, il parco della Burcina, la collina del Brich di Zumaglia, la zona più pianeggiante verso la Baraggia, per non parlare del Monte Mucrone, delle vie della fede e i santuari, o di ben due siti annoverati tra il Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO: il Santuario di Oropa e il complesso palafitticolo del lago di Viverone, facente parte dei Siti Palafitticoli Preistorici dell’Arco Alpino.

Cosa abbiamo quindi di meno degli altri luoghi del mondo? ASSOLUTAMENTE NULLA!

Dobbiamo solo crederci…

E speriamo che biellastoria possa infonderci fiducia, come recitano l’articolo uscito su ‘Il Biellese‘ il 29 marzo o quello pubblicato da Eco di Biella il giorno successivo.

Noi ci crediamo e crediamo sia ora di fare qualcosa anziché stare fermi a lamentarsi, e tu?

Seguici su Twitter e su Instagram con l’hashtag #biellastoria o sul sito www.biellastoria.it, interagisci con i blogger e fai sentire la voce di Biella!



Booking.com


Arriva biellastoria
Arriva biellastoria

promo:

About Gian Luca Sgaggero 593 Articoli
Sono un narratore turistico, appassionato di viaggi fai da te, luoghi, tradizioni e culture lontane, racconto le mie esperienze sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, di autentico e di vero. Non importa dove, come o quando, l'importante è esserci e vivere fino in fondo!Contattami per collaborare con me, sono travel blogger di professione dal 2010, digital content creator, storyteller e social media strategist.

4 Comments

  1. la cosa più bella è scoprire un luogo attraverso le persone che vi vivono e che ne conoscono la storia ,gli angoli più suggestivi ed i piccoli aneddoti che ti permettono così di conoscerlo sotto un’altra ottica ed apprezzare quelle cose che altrimenti passerebbero inosservate.
    E’ lodevole cercare di raccontare il proprio territorio valorizzandone i luoghi,attraverso le immagini,i racconti così da stuzzicare l’interesse sia di coloro che vivono a pochi km sia di coloro che sono più distanti
    buon lavoro ragazzi !!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*