Cosa mangiare a Monopoli, tra mare e campagna sapori di Puglia

Hai notato questo spazio?

promo banner generico articoli Viaggia e Scopri
Panzerotti fritti a Masseria Spina, cosa mangiare a Monopoli
Panzerotti fritti a Masseria Spina

Ancora vi parlo di una città che mi ha conquistato, ancora vi parlo della bella Monopoli, ma cos’altro potrei dirvi per spiegare perché conviene trascorrere una vacanza qui? Negli ultimi due anni ho viaggiato a Monopoli per due volte, due viaggi brevi alla scoperta di quanto di bello la città ha da offrire. Ma la bellezza di Monopoli va anche oltre l’estetica, durante il mio secondo viaggio ho potuto assaporare il calore di chi vive questa città, quei monopolitani che vedendomi tornare mi hanno accolto con abbracci e commozione, e hanno reso questa seconda volta unica. Però ancora una cosa manca per completare il quadro di un viaggio perfetto, ancora non vi ho parlato della buona tavola che qui si può trovare: ecco dove e cosa mangiare a Monopoli.

La città di Monopoli è storicamente molto legata al mare, per questo assolutamente non è da perdere un bel pranzo o una cena a base di pesce, tuttavia il legame innegabile con la terra è sempre ben presente, guarnendo le tavole di prodotti tipici gustosi e goderecci, tutti sapori da provare, ma cosa mangiare a Monopoli per gustare al meglio la città?

Stilosa Purple Beach, dove e cosa mangiare a Monopoli
Stilosa Purple Beach

Cosa mangiare a Monopoli: mare

Come ogni località marittima che si rispetti, Monopoli vanta alcuni luoghi eccezionali dove gustare un buon pasto di mare, non solo per la bontà delle portate, ma anche per le posizioni a ridosso del mare che rendono questi locali davvero speciali.

A partire dalla colazione è possibile trovare ricchi buffet un po’ ovunque lungo la costa, spostandosi dal centro verso il Capitolo si incontrano le prime calette e andiamo dai locali più panoramici sulla scogliera, come la Perla Nera (anche luogo di serate ed eventi estivi), fino alle spiagge più sabbiose come l’elegante Purple Beach. La colazione qui è anche un modo per trovare il proprio posto in riva al mare, sopratutto nei mesi estivi, quando nel pomeriggio i lidi si affollano di turisti accaldati.

Verso l’ora di pranzo, o anche per la cena, vi sono alcuni locali che si distinguono lungo la costa, fermo restando che la media dei ristoranti è comunque molto buona.

Per un pranzo tranquillo osservando il mare all’orizzonte, il mio consiglio è di provare il Lido Marzà, mi ricordo un fresco vinello bianco e un fritto misto di pesce tra i più buoni della mia vita. Il sole e il rumore delle onde poi sono un’ottima cornice.

Un giorno a Porto Ghiacciolo, dove e cosa mangiare a Monopoli
Un giorno a Porto Ghiacciolo

Un posto più allegro e vivace, anche se per alcuni la musica potrebbe essere troppo alta, è il lido di Porto Ghiacciolo, una spiaggia spesso affollata ma molto nota per il contesto eccezionale che vi si trova. Abbracciata a destra da Castello Santo Stefano (privato) e a sinistra da un caratteristico locale in legno posizionato in modo panoramico sull’acqua, la spiaggia di Porto Ghiacciolo tende quasi a scomparire, affollata dai bagnanti che vengono per godere delle acque particolarmente fredde di questa caletta.

Qui ho sperimentato i migliori pranzi del mio soggiorno a Monopoli, antipasti a profusione (tra cui risaltano le cozze fritte), primi a base di pesce e crostacei e infine il fritto di pesce, assolutamente divino. Il vino scorre a fiumi e tra una risata e una forchettata i pranzi a Porto Ghiacciolo sono tra i migliori che io ricordi.

Sapori del territorio al Caffè del Chiasso, dove e come mangiare a Monopoli
Sapori del territorio al Caffè del Chiasso

Cosa mangiare a Monopoli: città

Il centro storico di Monopoli è un groviglio di viottoli caratteristici e candidi, non è insolito trovare dietro a un angolo o in un ‘chiasso’ qualche bottega tipica dove trovare prodotti locali.

Una colazione cittadina che si rispetti deve assaporare il cuore di Monopoli, può farlo dall’alto dei tetti dei tanti B&B del centro, ma può anche farlo nei tipici chiassi, le piccole piazzette dove si svolge la vita della comunità monopolitana. Il Caffè del Chiasso (che è anche la reception dell’Albergo Diffuso) è un ottimo bar per cominciare la giornata, oppure anche per un drink rinfrescante durante un caldo pomeriggio alla scoperta del centro storico.

Curiosando tra le vie sono molti i negozio di prodotti tipici che si incontrano, uno di questi è Apulia, la finestra sul mare, dove, oltre ai souvenir, potrete degustare alcune prelibatezze monopolitane. Tra lampascioni, lupini, taralli, rosolio e creme di liquore (quella di fico d’India è favolosa) potrete farvi un’idea approssimativa di cosa mangiare a Monopoli.

Delizie del territorio, cosa mangiare a Monopoli
Delizie del territorio

All’ora di pranzo uno dei locali di Piazza Garibaldi può essere la scelta giusta per un pasto veloce e sfizioso, sto pensando a Vini e Panini, mentre per un pranzo al ristorante è da provare la cucina di Zi Ottavio, il cui personale molto preparato in fatto di vini, saprà guidarvi nella giusta scelta. Divina fu l’orata in crosta di patate, era la prima volta che l’assaggiavo e l’ho gradita molto.

La cena in centro è un dilemma tra due grandi ristoranti che ho molto apprezzato. Entrambi in Piazza Palmieri, in uno degli angoli più caratteristici dell’antica Monopoli, si trovano il Ristorante Palmieri e il più giovane My Italy.

Ho avuto il piacere di cenare al Ristorante Palmieri lo scorso anno e ricordo con piacere una cena gustosa e leggera, era una delle mie prime cene a Monopoli e fu sensazionale.

My Italy in Piazza Palmieri, dove e cosa mangiare a Monopoli
My Italy in Piazza Palmieri

Quest’anno invece siamo stati ospiti da My Italy, un locale raffinato e dalla cucina che definirei fushion tra pugliese e piacentina. Gli ingredienti tipicamente pugliesi sono accompagnati da gnocchi fritti, un accostamento che ben si sposa. Inoltre la tavolaccia, il tagliere della casa con decine di gustosi assaggi, è talmente abbondante da essere sufficiente per la cena, sopratutto se state mangiando da due o tre giorni a ritmo locale.

In ultimo, ma non per importanza, trovate il tempo per provare la cucina del Punto Cardinale. Questo locale è molto piacevole, ben arredato e costruito all’interno di un edificio del quale si apprezzano ancora le volte di pietra. Il menù è ricco e sfizioso e propone piatti prevalentemente di terra, vere delizie la cui apoteosi sono le carni alla brace. Unico tocco di pesce è il baccalà, che però è spesso considerato una pietanza di terra, che accompagnato da un buon Primitivo è una vera delizia.

Lampascioni arrostiti al Punto Cardinale, cosa mangiare a Monopoli
Lampascioni arrostiti al Punto Cardinale

Cosa mangiare a Monopoli: campagna

Di delizia in delizia, dal mare alla città, non mi resta che parlarvi della campagna, perché se è vero che ci sono ottimi locali in centro e sulla costa, è anche vero che i dintorni cittadini sono ricchi di storia e per una panoramica di cosa mangiare a Monopoli non si può evitare una visita alle masserie.

Apoteosi di storia e esempio di arte e architettura aristocratica rurale è la Masseria Spina, una magione che un tempo godeva di ben più vasti possedimenti, ma che oggi si distingue nel panorama locale per la splendida location, per la presenza di una chiesa del XI secolo (dedita a San Basilio) che ancora conserva stucchi e affreschi di pregio e l’adiacente Spina Piccola, oggi ancora in fase di restauro, che un tempo costituiva una sorta di dependance più prossima alle aree coltivate.

Latticini freschi tra cosa mangiare a Monopoli
Latticini freschi tra cosa mangiare a Monopoli

La Spina Grande, dall’impatto visivo molto suggestivo, è oggi residenza degli eredi della famiglia Spina. Restaurata con gran gusto dispone di ampi alloggi per le vacanze e, adiacente al blocco principale, un ristorante. Personalmente non ho assaggiato la cucina del ristorante, ma la mia esperienza a Masseria Spina è stata coinvolgente e emozionante, una lezione di cucina pugliese preparando i panzerotti ripieni e fritti secondo la più autentica tradizione. Di contorno il vino locale e numerosi antipasti tipici hanno reso la pausa pranzo gustosa e familiare, un momento che ricordo con molto piacere.

Ma le campagne monopolitane non smettono di stupire, molti sono i B&B in contesto rurale che permettono di svegliarsi immersi nella natura e alcune masserie hanno puntato invece su un pubblico più giovane e notturno, come il Trappeto. Sono stato al Trappeto durante la scorsa estate e ricordo una serata piacevole all’insegna della musica e del divertimento. Questo è il tipico locale per fare serata, è necessario prenotare un tavolo per la cena e arrivare un po’ presto se si vuole mangiare tranquilli, ma dopo le 22 circa l’atmosfera si trasforma, il locale si anima e la serata in discoteca è assicurata.

Tenuta Gemi, delizia di vino. dove e cosa mangiare a Monopoli
Tenuta Gemi, delizia di vino

Qui a Monopoli la bellezza è ovunque, l’ospitalità è sacra, il divertimento un obbligo e il cibo… un culto!

Ogni volta che ci si siede a tavola non si può fare a meno di sentire il forte sentimento che lega i monopolitani alla convivialità di un banchetto, un crescendo che in entrambi i miei due viaggi si è concluso con un grande convivio a Tenuta Gemi, uno dei templi del buon cibo e, sopratutto, del buon vino.

Ancora una volta a tenuta Gemi è stato come essere a casa, accolto da una grande famiglia, con tante persone festanti e di compagnia. I sapori della terra affollano la tavola, sapientemente abbinati ai vini di Tenuta Gemi, una varietà di uvaggi che riesce a soddisfare le esigenze di ogni momento della cena, dagli antipasti fino al dolce.

Insomma, che veniate qui per fare mare, scoprire al città o goderne la campagna, ora sapete cosa mangiare a Monopoli. L’importante, se venite a Monopoli, è sospendere la dieta. Perché un viaggio in Puglia senza gustarne i sapori non è un vero viaggio pugliese.

La sala da pranzo di Zi Ottavio, dove e cosa mangiare a Monopoli
La sala da pranzo di Zi Ottavio

promo:

About Gian Luca Sgaggero 585 Articoli
Sono un narratore turistico, appassionato di viaggi fai da te, luoghi, tradizioni e culture lontane, racconto le mie esperienze sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, di autentico e di vero. Non importa dove, come o quando, l'importante è esserci e vivere fino in fondo!Contattami per collaborare con me, sono travel blogger di professione dal 2010, digital content creator, storyteller e social media strategist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*