Jamon Experience, tutto l’amore per il prosciutto nel centro di Barcellona

promo:

 Clicca e scopri la vacanza da favola
Jamon Experience
Jamon Experience

Barcellona, vibrante capitale della Catalunia, una città fervente e vitale che non dorme mai, dove le culture e le tradizioni diventano divertimento, un clima che attira ogni anno milioni di giovani curiosi di perdersi tra le sue vie o sulle sue spiagge da cartolina. Barcellona, una meta indimenticabile che non delude mai, dove trovare l’essenza di tutta la Spagna, ovviamente in versione catalana.

Ma da buon crocevia di tendenze e tradizioni spagnole, Barcellona è anche una destinazione capace di stuzzicare tutti i cinque sensi e, per esperienza personale, di deliziare il gusto fino a livelli che difficilmente ho sperimentato altrove.

I mercati alimentari di Barcellona sono dei veri paradisi sensoriali, i colori, i profumi, i sapori, ma anche la disposizione stessa di merci e ortaggi attirano il visitatore a voler acquistare qualsiasi cosa, tanto i prodotti sono belli e dimostrano freschezza.

Il Mercat de Santa Caterina è lo storico mercato coperto cittadino, un’area mercatale realizzata dove un tempo si trovava un convento, da allora crocevia di commerci dove trovare i prodotti più freschi provenienti da tutta la Spagna e non solo, ricordiamo infatti che la Spagna ha avuto in passato molte colonie in paesi esotici in giro per il mondo.

Per godere al meglio di questo lato della città, come vi ho consigliato altre volte, è consigliabile soggiornare in un quartiere centrale di Barcellona, questo consente di risparmiare tempo negli spostamenti e di vivere la movida della città.

In pieno centro, lungo la famosa via de La Rambla, si trova il famoso mercato de La Boqueria, un vero ombelico del mondo culinario, un luogo dove i sapori si mescolano e danno origine a veri e propri spettacoli sensoriali. La Boqueria è talmente esteso e pieno di gente che all’ingresso alcuni ragazzi distribuiscono delle mappe dove i banchi sono numerati e colorati in maniera differente per distinguerli in base alla tipologia di merce e per permettere ai visitatori di orientarsi durante la visita del mercato.

Ma vi parlerò ancora delle delizie di Barcellona, quella che voglio descrivervi qui è un’esperienza molto particolare, un viaggio nel viaggio alla scoperta di uno dei prodotti più tipici della penisola iberica, il prosciutto crudo. Ecco a voi la Jamon Experience.

Il protagonista è il prosciutto, Jamon Experience
Il protagonista è il prosciutto

Partecipare alla Jamon Experience di Barcellona

Se vi state chiedendo dove si trova non potete sbagliare, proprio pochi passi dopo l’inizio della Rambla imboccando il cammino da Plaza Catalunya, di fronte al mercato de La Boqueria, si trova la Jamon Experience. Esternamente l’edificio può risultare poco visibile, al piano terra le vetrine sono leggermente oscurate dalla parete del piano superiore su cui, in trasparenza sulle vetrate, è scritto Jamon Experience in caratteri bianchi.

All’ingresso vi potrebbe sembrare di essere in un supermarket, ma non è esattamente così, al piano terra infatti si trova lo shop di quello che è un vero e proprio Museo del Prosciutto, un luogo in cui apprenderete tutto il processo produttivo di questa delizia per il palato.

Area bar al piano terra della Jamon Experience
Area bar al piano terra del Museo del Prosciutto

Una scala mobile vi condurrà al piano inferiore, non fatevi intimorire dai colori scuri dell’ambiente, se vedete una fila di prosciutti d’oro appesi allora siete nel posto giusto. Qui si trova la cassa dove potete acquistare il biglietto, ingresso + degustazione 19€, un prezzo ragionevole, ve lo assicuro. Inoltre sono disponibili biglietti ridotti per i ragazzi e la fascia d’età senior.

Se non conoscete bene lo spagnolo non vi preoccupate, ogni visitatore viene dotato di una comoda audioguida con auricolari, disponibile in una varietà molto ampia di lingue, e quella italiana è perfetta. Una volta che tutti i partecipanti sono equipaggiati è ora di partire, la Jamon Experience rivoluzionerà il vostro modo di vedere il jamon iberico.

Cosa è il jamon, Jamon Experience
Cosa è il jamon, Jamon Experience

Jamon Iberico, il vero protagonista

In un primo momento la visita può suscitare un po’ di disorientamento, si entra in un corridoio scuro dalle pareti nere, la luce è molto bassa e finché non abituo lo sguardo temo di cozzare contro un muro, inoltre non vedo quasi gli altri del gruppo, l’unica guida è la voce nelle orecchie che mi dice di andare avanti, finché ad un certo punto una parete si illumina.

Le pareti sono fatte di tela scura ma sottile, i faretti che illuminano le scene dietro la tela fanno si che si possa vedere attraverso, in questo modo la visita risulta molto originale, dinamica e non dispersiva. Le scene vengono illuminate man mano che la spiegazione prosegue e spente quando si illumina la scena successiva, in questo modo si evita di essere distratti da un’esposizione davvero fitta e ricca di informazioni da carpire. Insomma l’attenzione è concentrata sul prosciutto e su tutto il processo che precede la nascita di questo prodotto consumato in tutta la Spagna, senza distinzione di classe economica o società. Dalla cucina rustica di una fattoria alla tavola raffinata di un ristorante di lusso, il jamon iberico non può mai mancare.

La stagionatura è la fase finale della produzione del jamon, Jamon Experience
La stagionatura è la fase finale della produzione del jamon

La Jamon Experience parte quindi dalle colline erbose del cuore della Spagna, grandi spazi di terreno disseminati da antiche querce che producono la ghianda, uno degli alimenti più importanti per uno sviluppo qualitativamente eccellente dei maiali iberici, razza caratterizzata da un gene che permette di assorbire i grassi nella fibra muscolare. Questo rende il prosciutto più saporito e gradevole al palato, è una particolarità che solo questa razza di maiali possiede.

Seguire i vari momenti della crescita del maiale, al momento della macellazione e poi della produzione del prosciutto permette di capire il tempo e l’impegno che gli allevatori devono riporre in questa professione, processo che viene affiancato da vari controlli qualitativi, sia durante la vita degli animali che poi durante la stagionatura del prodotto.

Il Guijuelo è il mio preferito, Jamon Experience
Il Guijuelo è il mio Bellota preferito

Proprio qui imparo la differenza tra Jamon Iberico e Jamon Iberico di Bellota, perché solo i prosciutti qualitativamente migliori vengono insigniti dell’etichetta di Bellota, marchio che ne distingue l’eccellenza e l’alta qualità. La domanda che sorge a questo punto è: ma come si capisce la differenza tra un iberico e un iberico di Bellota?

Ovviamente chi è addetto alla selezione del gusto è uno specialista, un degustatore dal palato tanto fine da poter distinguere variazioni minime del gusto. Il Bellota deve trasmettere al palato il sapore del territorio, l’atmosfera dei colli dell’entroterra e la fragranza delle ghiande croccanti che contenendo molti nutrienti e una parte oleosa rendono la carne più saporita.

Sebbene siano solo riproduzioni i cosciotti appesi nell’ultima parte del museo già stuzzicano l’appetito, dopo averli visti nascere è naturale la curiosità di poter testare direttamente la bontà del prodotto.

Cabernet Sauvignon per gustare meglio il sapore, Jamon Experience
Cabernet Sauvignon per gustare meglio il sapore

Jamon Experience è anche degustazione

La parte finale della visita a molti può sembrare il momento più interessante, seguiamo la nostra guida e saliamo di due piani, dove si trova una sala ristorante. Qui il grande bancone a ferro di cavallo è apparecchiato, calici di cristallo e un piatto che riporta i nomi dei 6 prosciutti che andremo ad assaggiare (Reserva, Iberico, Huelva Bellota, Pedroches Bellota, Extremadura Bellota e Guijuelo Bellota), sperando di cogliere le differenze nel sapore.

Per accompagnare quest’esperienza è consigliato il vino rosso, oppure una coppa di ‘cava’ o ancora una birra bionda. Ognuno può scegliere in base al proprio gusto e per me non ci sono dubbi, il vino rosso sarà perfetto, un delizioso Cabernet Sauvignon.

Consegniamo le audioguide perché in quest’ultima parte, quella degustativa, ci sarà con noi un degustatore professionista.

Affettare a mano il prosciutto è un'arte, Jamon Experience
Affettare a mano il prosciutto è un’arte

La nostra guida del prosciutto ci spiega ancora le differenze che caratterizzano i sei prosciutti che andremo ad assaggiare, tutti qualitativamente ottimi, quattro dei quali sono risultati eccellenti e portano il marchio di Bellota. I quattro Bellota non sono quindi uguali, la loro qualità è ritenuta di pari livello, ma si differenziano principalmente per la provenienza da quattro differenti regioni della Spagna.

Sono tutti e sei jamones ibericos, tutti selezionati per rappresentare il top dell’offerta che il territorio ha in questo settore. Il primo che andiamo ad assaggiare è il Reserva, un prosciutto crudo selezionato come migliore per qualità, ma non ancora marchiato come Iberico. Ovviamente il sapore è delizioso, veniamo spronati a degustare con calma e utilizzare la bevanda per dare risalto ai sapori, in questo modo potremo tentare di notare le differenze tra i diversi marchi.

In effetti assaggiando l’Iberico è possibile notare la superiore qualità della carne, più morbida e dal sapore delicato. Ma non pensate che sia così semplice, ora viene il bello.

Jamon, il protagonista della degustazione alla Jamon Experience
Jamon Iberico, il protagonista della degustazione

Sul nostro piatto i prosciutti sono disposti in senso orario, un ordine che li posiziona in base all’intensità del sapore, ma ben presto capiamo che l’ordine sia colo indicativo. Huelva, Pedroches, Extremadura e Guijuelo sono tutti di una qualità superiore, in alcuni il sapore del territorio è quasi evidente, in altri si gusta il sapore grazie ai filamenti di grasso tra le fibre muscolari che conferiscono morbidezza e armonia al palato.

I sei prosciutti della Jamon Experience
I sei prosciutti eccellenza di Spagna

Insomma ogni prosciutto diventa una preferenza personale, ognuno di noi percepisce e apprezza i sapori in maniera differente e confrontarsi diventa un’esperienza molto piacevole. Dopo l’ultima fetta è quasi un peccato essere arrivati al termine di questa gustosa avventura, sarà complice l’ora di pranzo ormai vicina, ma avrei assaggiato volentieri ancora qualcosina.

Per portare a casa con se questi sapori è d’obbligo un giro nello shop della Jamon Experience, quella sorta di supermercato che avete visto all’arrivo al piano terra, qui potrete trovare non solo i sei jamon assaggiati, ma anche una vasta scelta di prosciutti da tutto il Paese. Portafoglio permettendo questo può essere un autentico souvenir per ricordarsi di Barcellona.

Lo shop della Jamon Experience
Lo shop della Jamon Experience

promo:

 Clicca e scopri la vacanza da favola
About Gian Luca Sgaggero 570 Articoli
Sono un narratore turistico, appassionato di viaggi fai da te, luoghi, tradizioni e culture lontane, racconto le mie esperienze sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, di autentico e di vero. Non importa dove, come o quando, l'importante è esserci e vivere fino in fondo! Contattami per collaborare con me, sono travel blogger di professione dal 2010, digital content creator, storyteller e social media strategist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*