Stefano Ceretti racconta Parigi, il primo giorno

promo:

 Ponte dell'Immacolata a Courmayeur

Stefano Ceretti racconta Parigi, la vista dal Parco di Belleville
Stefano Ceretti racconta Parigi, la vista dal Parco di Belleville
Oggi é stato il primo pomeriggio trascorso a Parigi: un TGV in perfetto orario mi ha permesso di mettermi all’opera già alle 14. Così Stefano Ceretti raconta Parigi, la capitale di Francia catturata dal suo obiettivo. Una missione per immortalare volti, scorci e atmosfere che rendono Parigi la città romantica e unica per eccellenza.

Partito dalla zona di Piazza della Bastiglia, dov’é il mio hotel, ho visitato il Cimitero di Pére-Lachaise e ho girovagato per le zone di Menilmontant e Belleville e ho costeggiato il Bassin de la Villette e il Canal Saint-Martin con le sue caratteristiche chiuse.
La parte pomeridiana della giornata si é conclusa nell’affollatissima Piazza della Repubblica.
La vita della città scorre inarrestabile, un flusso continuo di persone, di voci, di sguardi che coinvolgono e travolgono i visitatori non abituati a tanta viva confusione.
Ora stop per una veloce cena e poi si prosegue… questo è solo il primo dei miei giorni a Parigi.

Stefano Ceretti racconta Parigi

Non potevo quindi rinunciare a contemplare la città dall’alto, dal Parco di Belleville ho osservato la capitale, un punto di vista speciale che permette di apprezzarla in tutta la sua grandezza, lo trovate in copertina.
Tornato tra le vie cittadine mi sono immerso nella vita dei boulevards e in zona Bastiglia sono stato colpito da una ragazza in bici che si muoveva come se il traffico non esistesse e gli sguardi dei passati non stessero fissando le sue dolci forme.
Stefano Ceretti racconta Parigi, ragazza in bici in zona Bastiglia
Stefano Ceretti racconta Parigi, ragazza in bici in zona Bastiglia
Proseguendo poi con la visita mi sono spostato in una zona molto caratteristica, tra i canali e i negozietti tipici. Fermo lungo la strada ho contemplato la vita scorrere tra i colori e i ritmi della città.
Qui ho trovato un negozio tipico lungo il Canal Saint-Martin, un tipico scorcio parigino.
Per informazioni a riguardo di queste immagini potete chiedere a Stefano Ceretti.
Stefano Ceretti racconta Parigi, negozio tipico lungo il Canal Saint-Martin
Stefano Ceretti racconta Parigi, negozio tipico lungo il Canal Saint-Martin

promo:

 Ponte dell'Immacolata a Courmayeur

About Stefano Ceretti 6 Articoli
Classe 1968, professionista dal 1992. Stefano Ceretti scopre la sua passione per la fotografia in Terza Media quando Don Piero, sacerdote salesiano suo insegnante di lettere, gli mostra il procedimento di sviluppo e stampa delle foto in bianco e nero. Alla fine dell'anno scolastico i suoi genitori gli regalano una Minox 35GL. Qualche mese dopo la prima reflex. Gli anni successivi sono quelli classici della "gavetta", fino al Servizio Militare (1991) trascorso, da clarinettista al quinto anno di Conservatorio, in organico alla Fanfara della Brigata Alpina Taurinense. Il "regalo" per i primi dieci anni di attività è un Linfoma non-Hodgkin che nel 2001 lo costringe a 12 sedute di chemioterapia e 20 di radioterapia, ma l'aver superato questo ostacolo sviluppa in lui quella vena creativa che fino a quel momento aveva stentato a trovare la giusta espressione. Ora Stefano Ceretti viene considerato un convinto sperimentalista e grazie a questo decisamente poliedrico. Spazia dalla moda allo sport, dallo still-life al ritratto aggiungendo a ogni immagine quel "quid" distintivo che nasce dalla sua profonda sensibilità. I suoi progetti artistici più recenti (VOLI, serie di fotografie di gabbiani pubblicate in Giappone e BLACK HANDS WHITE, un lavoro avente come soggetto le mani di un uomo e una donna di colore esposte a Berlino nell'autunno del 2012) gli stanno aprendo nuovi e affascinanti orizzonti. Sta ora lavorando a CITTA' SECONDO ME: PARIGI, BERLINO, LONDRA; un progetto di documentazione in pieno stile reportage che parte dalle tre capitali sopra scritte e che si estenderà alle principali capitali europee e mondiali. Contatti: Tel. +39 366 7086432 email: [email protected] Instagram: #stefanoceretti

2 Comments

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*