Viaggi da sogno, 5 motivi per scegliere Bermuda

Viaggi da sogno alle Bermuda
Viaggi da sogno alle Bermuda

Da poche ore è cominciata l’estate, la stagione dell’anno che preferisco per varie ragioni che non sto ad elencarvi. Una tra queste, che deriva da prima che io aprissi questo blog, è che l’estate è per eccellenza la stagione in cui si hanno le vacanze, il periodo che dopo i lunghi mesi di attesa e lavoro permette di realizzare desideri, più o meno grandi, alla ricerca dei viaggi da sogno tanto attesi.

Tra le sempre più numerose destinazioni che il panorama turistico offre il mare gode sempre di un privilegio, la stagione calda è spesso associata all’idea di una spiaggia tranquilla e di un tuffo nell’acqua rinfrescante di una destinazione esotica, meta che è sempre meno difficile trovare, dall’oriente all’occidente sono infatti sempre più le località che si affermano a nuove capitali del turismo.

Ma spesso non occorre andare troppo lontano per trovare una destinazione da sogno, talvolta basta proprio poco, e una volta fissato un budget basta cominciare a studiare il mappamondo allargando via via la cerchia del futuro viaggio.

Viaggi da Sogno, Statua di George Somers a St. George's, Bermuda
Statua di George Somers a St. George’s, Bermuda

Se osservate l’Oceano Atlantico, a poca distanza dalla costa degli Stati Uniti, verso destra, troverete una piccola isola in mezzo alle acque, un luogo conosciuto sopratutto per le leggende che ruotano attorno al suo nome, le Isole Bermuda.

Bermuda non è tanto distante quanto si pensa abitualmente, i voli per l’Aeroporto Internazionale L.F. Wade si trovano in partenza da New York (nel caso siate già a zonzo per gli States) oppure da Londra (la soluzione ideale per chi parte dall’Italia, il volo dura sette ore dalla capitale britannica).

L’isola lunga solo 33Km e larga pochi chilometri è in realtà costituita da numerose isole molto vicine tra loro, tutte collegate da ponti talvolta talmente brevi che non ci si accorge nemmeno di cambiare isola. Il territorio è suddiviso in nove parrocchie (parish) e due città esterne alle parrocchie, la capitale Hamilton e la città di St. George’s, il primo insediamento nato sull’isola nel 1612.

Il suo nome e la sua posizione circondata dall’oceano la rendono una meta spesso oggetto della fantasia dei viaggiatori, ma perché andare in viaggio a Bermuda? Ecco cinque ragioni per considerare Bermuda una meta degna dei vostri viaggi da sogno.

Viaggi da Sogno, Warwick Long Bay, Bermuda
Warwick Long Bay, Bermuda

1. Il mare di Bermuda, assolutamente da viaggi da sogno

Nonostante le isole Bermuda non si trovino nei Caraibi, come speso molti erroneamente pensano, il mare che circonda l’isola, protetto dalla barriera corallina, regala baie, scorci e spiagge mozzafiato. L’intera costa sud è un susseguirsi di spiagge o calette una più bella dell’altra, tanto che sarà difficile scegliere dove fermarsi, ma vista la grande varietà di ambientazioni ognuno potrà scegliere quella più adatta a se.

Gli amanti dell’ombrellone potranno trascorrere rilassanti giornate a Horseshoe Bay, ritenuta anche la spiaggia più bella dell’isola da molti, oppure optare per Elbow Beach, dove è possibile scegliere la spiaggia libera, oppure la zona in cui usufruire di ombrelloni, lettini e servizi forniti dall’omonimo hotel sulla spiaggia. Altra lingua di sabbia tranquilla è Warwick Long Bay, il cui profilo è molto simile a quello che io definisco un paradiso, qui vicino si trova inoltre una piccola spiaggia più isolata conosciuta con il nome di Jobson’s Cove, un vero angolo suggestivo e prezioso, dove tra gli scogli e la sabbia color del miele ci si sente un tutt’uno con la natura.

Viaggi da Sogno, Horseshoe Bay a Bermuda
Horseshoe Bay a Bermuda, viaggi da sogno

Gli sport acquatici la fanno spesso da padrone, sopratutto nelle coste a nord, dove la sabbia scarseggia, ma dove le scogliere regalano spettacoli naturali molto particolari visitabili con un’escursione in jetski. A Dockyards invece si può vivere l’emozione del flyboard.

In questa zona nord orientale, vicino a St George’s, si trovano spiagge come Tobacco Bay, St. Catherine’s Fort Bay o la grande e cristallina Clearwater Bay, una vera piscina naturale, adatta sopratutto ai bambini e a chi non ha dimestichezza con l’acqua alta.

Queste sono solo alcune delle spiagge dell’isola, alcune sono molto suggestive, ma meno balneabili, come Mangrove Bay, altre invece sono veri paradisi dello snorkeling, come Church Bay, dove i fondali regalano uno spettacolo (non paragonabile alle Maldive) dove ondeggiare al ritmo di coralli, invertebrati simili a alberelli e tanti tanti pesci pappagallo coloratissimi, accompagnati qua e la da altri esemplari tipici di questa zona.

Viaggi da Sogno, Church Bay, Bermuda
Church Bay, Bermuda

2. La gente, perché i viaggi li fanno le persone

Prima di arrivare a Bermuda, tutti coloro a cui ho chiesto mi hanno parlato e lodato la disponibilità riscontrata nelle persone, un sentimento unanime che quasi ho considerato esagerato, ma non ero ancora stato a Bermuda.

Discendenti da razze e culture differenti che oggi si mescolano in una comunità eccezionale i bermudiani non solo godono della naturale flemma che si riscontra nei popoli insulari, pervasi da una generale calma e da un sentimento di ‘no stress’, ma in generale hanno in sé il gene della gentilezza.

Avendo pochi giorni per visitare l’isola non ho potuto fare a meno di chiedere continuamente informazioni per orientarmi meglio, per ottimizzare i tempi e sapere dove fossero alcuni luoghi che erano sul mio itinerario e che volevo visitare. Bermuda, come detto prima, non è un’isola molto grande e per visitarla in autonomia è sufficiente una bicicletta o lo scooter, oltre che una minima conoscenza delle strade.

Da Dockyards, nell’estrema parte occidentale, a Hamilton e fino a St. George’s, ovunque ho trovato persone felici di potermi aiutare, con il sorriso e con la voglia di raccontarmi una piccola parte della loro Bermuda, la loro terra. Così ho scoperto che l’ospitalità bermudiana non è solo una leggenda, ma è una realtà da provare e che non tarderete a constatare se visiterete l’isola.

Viaggi da Sogno, Danze e costumi tradizionali al Pow Wow Festival di St Davis, Bermuda
Danze e costumi tradizionali al Pow Wow Festival di St Davis, Bermuda

3. La cultura, mix tra antico e nuovo mondo

Nata grazie ai coloni britannici insediatisi nel 1600, Bermuda ha avuto nella storia un ruolo da crocevia, da ponte tra l’antico mondo (rappresentato dai coloni inglesi e dagli schiavi che dall’Africa venivano portati qui per lavorare) e il nuovo mondo (quello giovane da cui provennero i nativi americani).

Gli indiani d’America ancora oggi conservano alcune forti tradizioni che ricordano le loro provenienze continentali, tuttavia in questo paese misto e dove le tradizioni culturali originarie non erano forti come nelle patrie d’origine, ben presto le razze non furono più un elemento discriminatorio e di distinzione assoluta. Questo diede origine alla popolazione mulatta, un vero mix razziale ma anche culturale che tramanda usanze e tradizioni varie e ibridatesi tra loro nei secoli. A oggi le tradizioni dell’isola non sono più legate alla patria originaria, la Gran Bretagna, ma non hanno nemmeno usanze puramente provenienti dall’Africa o dalle Americhe.

La forte presenza di una grande comunità di filippini ha dato un ulteriore mescolata alla varietà culturale e genetica dei bermudiani che oggi si riflette in una società multiculturale caratterizzata da feste tutte proprie.

Viaggi da Sogno, Bermuda Heroes Weekend, concerto d'apertura a Hamilton
Bermuda Heroes Weekend, concerto d’apertura a Hamilton

Pochi giorni prima del mio arrivo le città erano in festa per il Bermuda Day, una sorta di inno all’identità bermudiana, mentre proprio nel weekend della mia permanenza sull’isola impazzava il Bermuda Heroes Weekend, una tre giorni di festeggiamenti in onore degli eroi nazionali che hanno forgiato Bermuda, in occasione dei quali si sono susseguiti, in varie zone dell’isola, grandi festeggiamenti. Il Bermuda Heroes Weekend è stato inaugurato con un concerto a Hamilton in Front Street il venerdì sera, un evento di festa simile a un carnevale a cui hanno partecipato migliaia di persone arrivate da tutta l’isola. Il giorno successivo si è svolta una parata diurna a Dockyards, nella punta occidentale dell’isola, dove sono intervenuti anche i gombeys, danzatori tradizionali della cultura bermudiana, mentre la domenica, a St. Davis, nelle vicinanze di St. George’s, si è celebrato il Pow Wow Festival legato alle etnie native d’America.

Interessanti luoghi culturali sono anche il Bermuda Underwater Exploration Institute, dove conoscere più a fondo l’ambiente sottomarino che circonda l’isola, e il Masterworks Museum situato all’interno dei Giardini Botanici, dove si trova una raccolta fotografica e artistica di antichi manifesti, locandine e fotografie storiche di Bermuda, un modo in più per riscoprire la visione che il pubblico aveva di questa destinazione in passato.

Viaggi da Sogno, Bermuda Underwater Exploration Institute
Bermuda Underwater Exploration Institute, viaggi da sogno

4. L’atmosfera di relax

Indubbiamente nella top 5 dei motivi per cui scegliere Bermuda come meta di uno dei vostri viaggi da sogno c’è l’atmosfera di assoluto relax che si respira ovunque sull’isola. In parte ciò è sicuramente dovuto alla sua posizione isolata nell’oceano, ma non solo, infatti l’intera popolazione vive un’esistenza molto tranquilla, all’insegna del no stress, sia in ambito di svago che in ambito lavorativo.

Prendetevela con calma quindi e non spazientitevi se una vostra richiesta non è esaudita immediatamente, rilassatevi e sappiate attendere, e nel frattempo, se vi riesce, divertitevi.

Le spiagge sono il luogo più tipicamente pervaso da questa atmosfera, dove il ritmo è scandito dal rumore della risacca delle onde e dalla voglia di sole e abbronzatura che in genere spopola.

Tuttavia anche l’entroterra è adatto al relax a contatto con la natura, in una nazione in cui lo sport nazionale è il cricket, ma dove dietro a ogni collina è possibile trovare immensi campi da golf, sono infatti ben nove i club attrezzati per questa disciplina indubbiamente elitaria per cui Bermuda è famosa nel mondo.

Viaggi da Sogno, Campi da golf nel cuore di Bermuda
Campi da golf nel cuore di Bermuda, viaggi da sogno

5. L’esclusività di Bermuda

Evidente somma di quanto elencato fino a qui è che Bermuda è in assoluto una meta esclusiva. Ciò non significa per forza che sia eccessivamente costosa, ma la sua esclusività sta nel racchiudere così tante caratteristiche interessanti e piacevoli tutte assieme, un luogo dove sentirsi subito a casa, uno di quei luoghi che al rientro si pensano con un pizzico di magone, perché una volta conosciuta Bermuda ritornare alla realtà è davvero difficile.

Erroneamente ritenuta una meta dai grandi e lussuosi resort sulla spiaggia (non che non ce ne siano, ma sono la minoranza), Bermuda si è rivelata un’ottima destinazione da vivere relativamente low cost. Chiaro è che occorre studiare un po’ l’economia locale e stabilire un budget adeguato, ma ben cercando sarà possibile scoprire che non è obbligatorio spendere 700$ a notte, vi sono strutture molto più economiche nelle quali soggiornare per circa 150$ al giorno o anche meno, è ovvio che secondo i nostri canoni i prezzi sembrino alti, ma Bermuda è un paese in linea di massima costoso. Un paradiso fiscale per gli imprenditori, ma mediamente caro rispetto a molte altre destinazioni mondiali.

Viaggi da Sogno, Paraquet Apartments a Paget, Bermuda
Paraquet Apartments a Paget, Bermuda, viaggi da sogno

Io stesso ho soggiornato in queste strutture, pulite e confortevoli, in cui il rapporto qualità prezzo è sicuramente vantaggioso. Per un soggiorno easy potete benissimo affittare un mini alloggio (camera da letto e bagno) al Paraquet Apartments di Paget, un B&B grazioso che si sviluppa attorno all’omonimo ristorante dove vengono servite le colazioni o i pasti agli ospiti, ma dove si può conoscere anche la popolazione locale che qui viene abitualmente.

Un livello leggermente superiore è quello offerto dal Fourways Inn che si trova più al centro dell’isola e quindi non direttamente affacciato alla costa, ma dove gli appartamenti sono delle vere e proprie ville, si ha una piscina a disposizione e ogni mattina la colazione viene servita in camera. Secondo i miei canoni abituali mi sono sentito già troppo viziato, ma ogni tanto concedersi un po’ di attenzione in più fa bene. Posso sicuramente dire che Bermuda è stato uno dei miei viaggi da sogno.

Viaggi da Sogno, La mia camera da letto al Fourways Inn a Paget, Bermuda
La mia camera da letto al Fourways Inn a Paget, Bermuda, viaggi da sogno

Consigli pratici per visitare Bermuda

Se arrivate sull’isola con una crociera potrete trovare a Dockyards, dove attraccano le navi, molti taxi disposti ad accompagnarvi ovunque sull’isola, molti dei tassisti sono inoltre delle vere e proprie guide turistiche (molto difficile trovarne uno che parli italiano) che vi potranno far vivere un tour rapido di Bermuda (da tre a cinque ore) con il quale potrete farvi un’idea generale di cosa offra quest’isola. Le tariffe dei taxi variano da 50$ a 70$ l’ora, in base al numero di componenti del gruppo (massimo 7) e al giro che si desidera fare.

Se invece atterrate a Bermuda e prevedete di fermarvi per più giorni sarà bene trovare un mezzo di trasporto che vi renda indipendenti e vi permetta di risparmiare, sappiate quindi che, per disposizioni nazionali, a Bermuda non è possibile noleggiare automobili. Questo permette di limitare il numero di automezzi, che possono essere posseduti nella quantità di uno per famiglia, ed è il motivo per cui Bermuda è piena di scooter e di biciclette.

Viaggi da Sogno, Clocktower Mall a Dockyards, Bermuda
Clocktower Mall a Dockyards, Bermuda, viaggi da sogno

Lo scooter è senza dubbio il mezzo più richiesto dai turisti, è più veloce e molto pratico (poco faticoso) da usare, con uno scooter si può arrivare praticamente ovunque. La bicicletta è già più impegnativa, sicuramente più lenta permette di vivere l’isola a ritmi rallentati, un metodo che arricchisce la visita dando più tempo per immergersi nei panorami e negli ambienti che ci circondano. D’altro canto però Bermuda non è un’isola pianeggiante, le tante salite e discese possono essere una vera noia se non si è allenati e la bicicletta può diventare più una tortura che un piacere. Per fortuna in molte strutture, il ad esempio l’ho noleggiata al Elbow Beach Cycles, è possibile trovare le biciclette elettriche che, con la pedalata assistita, possono facilitare il percorso sopratutto in salita.

Se non avete modo di utilizzare nessuno di questi metodi non vi resta che affidarvi ai mezzi pubblici, diverse linee di bus percorrono l’isola da est a ovest, le tratte di percorrenza possono essere trovate sul sito di Bermuda Turismo e fanno tutte capo alla stazione centrale di Hamilton.

Viaggi da Sogno, Tobacco Bay, Bermuda
Tobacco Bay, Bermuda, viaggi da sogno
About Gian Luca Sgaggero 619 Articoli
Sono un narratore turistico, appassionato di viaggi fai da te, luoghi, tradizioni e culture lontane, racconto le mie esperienze sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, di autentico e di vero. Non importa dove, come o quando, l'importante è esserci e vivere fino in fondo! Contattami per collaborare con me, sono travel blogger di professione dal 2010, digital content creator, storyteller e social media strategist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*